LETTERA APERTA

Alla PRESIDENZA del CONSIGLIO DEI MINISTRI – Dip.to PROTEZIONE CIVILE Ai RAPPRESENTANTI LEGALI del SISTEMA AUTONOMIE LOCALI

Presidenza del Consiglio – Dip.to Protezione Civile Nazionale Ai Sindaci dei Comuni Ai Presidenti delle Province Ai Presidenti delle Unioni Comunali Ai Presidenti degli Enti Montani Ai Presidenti delle Comunità isolane Ai presidenti delle Comunità di Arcipelago e, per condivisione: Alla Presidente Nazionale A.N.P.C.I.

Al presidente Nazionale A.N.C.I.

OGGETTO:
proposta di istituzione Insegne Pubblica Benemerenza – Per gravosi servizi prestati – Pandemia COVID – 19.

Con riferimento all’oggetto, questa Organizzazione – Soggetto intermedio portatrice di interessi diffusi – ha preso atto, con vera soddisfazione, che le massime Autorità nazionali hanno provveduto, o stanno celermente provvedendo (per quanto di rispettiva competenza), nel senso qui auspicato. Tanto a favore delle donne e degli uomini organicamente e funzionalmente dipendenti che si sono generosamente prestati (e continuano a prestarsi) per gravosi e pericolosi servizi al fine di contribuire a fronteggiare e sconfiggere il terribile virus COVID – 19; disponibilità e impegno che va – è giusto nonché doveroso ricordarlo e rimarcarlo – ben oltre i dovuti compiti d’Istituto.

In via generale, ai sensi del titolo V della Costituzione (combinato disposto art.114 comma 2 / art. 117 comma 6), per quanto qui attiene, il SAL provvede secondo i rispettivi Regolamenti, ovvero – in specifica carenza, e per specificata urgenza – con l’emanazione di apposito Decreto del Legale Rappresentante dell’Ente.

Le Leggi Regionali e i Regolamenti speciali dei Corpi e dei Servizi di Polizia Locale degli Enti in indirizzo, prevedono – espressamente – che agli Operatori che si siano particolarmente distinti per impegno, diligenza, capacita operative, disponibilità, ad espletare servizi eccezionali che abbiano meritato pubblico e privato apprezzamento, possono essere concessi formali riconoscimenti di “EVIDENZA PUBBLICA”.

La concessione dei riconoscimenti è annotata sullo stato di servizio del personale interessato. Quando adottata a seguito di encomio del Consiglio ovvero del Legale rappresentante dell’Ente (Sindaco, Presidente), da diritto a fregiarsi di particolare distintivo da applicare sull’uniforme.

Fermo restando quanto precede, è di tutta evidenza che la maledetta pandemia, ancora purtroppo in corso, ha avuto ed ha il pregio, nella sua tragica e dolorosa gravità di OBBLIGARE le pubbliche Istituzioni alla medesima azione congiunta a seguito della emanazione dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Di fatto, lo strumento utilizzato – DPCM – ha comportato e comporta una vera e propria “precettazione”, in particolare delle Forze di Polizia dello Stato (civili e militari) comandate ad operare congiuntamente e contestualmente con le Forze di Polizia Locale, adottando identico

Ufficio di Presidenza – PL -Associazione Professionale Polizia Locale d’’Italia Via Andrea Costa, 21 – 00177 Roma – Tel. 06.21801259 –Fax: 06.62202120 mail: presidente.nazionale@a-pl.it – PEC: ass.pl@pec.it – Email: info@a-pl.it
www. a-pl.it – www.a-pl.it
“modus operandi”. Tant’è che agli operatori di queste ultime, effettivamente impegnati nei servizi di controllo e repressione afferenti il COVID 19 è stato, (doverosamente), riconosciuto il diritto a percepire l’indennità di Ordine Pubblico, al pari dei Colleghi del personale dipendente dello Stato.

Senza voler confondere l’eccezionalità con l’ordinarietà, PL condivide la ferma posizione assunta da ANPCI in occasione dell’Audizione del giorno 08 luglio ’20 – Commissione Affari Costituzionali del Senato della Repubblica in ordine al DDL AS 1825 – “Costituzionalizzazione del sistema delle Conferenze e introduzione della clausola di supremazia statale nel titolo V della parte seconda della Costituzione”.

Nel citato autorevole contesto la dottoressa Franca Biglio, in qualità di Presidente Nazionale di ANPCI, ha – fra l’altro – sostenuto: “…con l’introduzione della clausola di supremazia, si potrebbe incorrere nel rischio che scelte politiche del Governo centrale arrivino a condizionare completamente le azioni dei governi locali i quali, e va tenuto in debita considerazione, sono maggiormente a conoscenza delle realtà territoriale delle varie esigenze, con una percezione più puntuale della situazione emergenziale e delle misure da attivare …”.

Ci troviamo quindi a vivere tempi e situazioni eccezionali, per alcuni aspetti talmente gravi da non consentire ad alcuna Istituzione di sottrarsi al proprio ruolo e alle proprie responsabilità nei confronti di tutti i Cittadini e – in particolar modo – di quanti, operando in uniforme le rappresentano, come le donne e gli uomini delle Forze di Polizia dello Stato (civili e militari) e delle Polizie Locali.

Tutto ciò premesso e condiviso, PL

CHIEDE

• Che il Presidente Consiglio dei Ministri, per il tramite del Dip.to Protezione Civile Nazionale elabori i simboli della onorificenza in parola (nastrino, medaglia, pergamena) da conferire ai soggetti sopra indicati, segnalati documentalmente dalle Istituzioni in indirizzo.
• Che i legali rappresentanti del SAL – come indicati in indirizzo, adottino gli Atti di propria competenza, conformemente a quanto previsto dai rispettivi Regolamenti degli Uffici e dei Servizi, nonché dai Regolamenti Speciali dei Servizi e dei Corpi di Polizia Locale.

• Che la conferita onorificenza COVID – 19, per il suo alto significato umano, morale e professionale, sia inserita nel regolamento della contrattazione decentrata e adeguatamente “pesata”, ai fini della prima progressione orizzontale utile, all’interno della categoria di appartenenza.
• Che la consegna dei simboli delle concesse onorificenze avvenga da parte delle massime Autorità di Protezione Civile Nazionale, in forma solenne presso le Prefetture, in una giornata nazionale espressamente dedicata al ringraziamento di tutti i lavoratori della P.A. distintisi in occasione del COVID – 19.

PL ha motivo di credere che Codeste Onorevoli Istituzioni vogliano accogliere quanto proposto e rendere omaggio, soddisfazione e giustizia – CONCRETAMENTE E A COSTO ECONOMICO ZERO – a tutti i dipendenti della P.A.
In attesa di cortese riscontro,

Roma, Mercoledì 15 luglio ’20

IL PRESIDENTE NAZIONALE
Dott. Ivano LEO

CLICCA SUL DOCUMENTO
QUI SOTTO PER SCARICARLO

Associazione Professionale Polizie Locali d’Italia

Codice univoco: 5RUO82D

Codice Fiscale: 13518761005

Contatti

E-Mail:
info@a-pl.it

Privacy Policy

Privacy Policy

ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE PL © 2019 – All Rights Reserved.